It’s just economy, not snow

Andrea Tagliaferri (resp. ambiente GD E-R) si esprime sulle nevicate che hanno colpito l’Italia e la nostra regione e sul fatto che i cambiamenti climatici figli “di un modello di sviluppo obsoleto” andranno fermati.

Cambiamento climatico e mutamento dell’ambiente naturale sono i risultati di un modello di sviluppo obsoleto che sì, ci ha portato ad essere benestanti e “ricchi”, ma che ora dovrebbe essere messo in discussione e ripensato.
L’ondata di freddo siberiano e i diversi metri di neve caduti sul nostro territorio ci risvegliano dall’anestesia del benessere e ci fanno riscoprire gli antichi rapporti, ormai dimenticati, tra uomo e natura. La supremazia degli eventi naturali manifestati attraverso qualche fiocco di neve mette di nuovo in discussione l’egemonia umana sulla propria terra.
Questi eventi eccezionali ci ricordano che c’è qualcosa che non è in nostro potere fare e controllare; oggi è il momento buono per riscoprire la nostra “piccola” dimensione.
Monitoraggio della Terra, protocollo di Kyoto, adattamento ai cambiamenti climatici, efficienza energetica e quant’altro sono disposizioni messe in campo dalla comunità Europea per seguire da vicino questo cambiamento del mondo, ma la mentalità di noi tutti ancora non cambia.
Il rispetto per quello che è nostro e che sarà dei nostri figli è ancora troppo sbiadito oggi per permettere un cambio di paradigma. La direzione che dovremo prendere nei prossimi anni dovrà rivedere il rapporto uomo-Terra; il passaggio da “sfruttare” a “convivere” appare purtroppo ancora un miraggio ma è una strada obbligata. La paura che la nostra generazione non sopravviva è lo strumento di controllo politico e sociale più potente che esista, ma fino a quando il mondo guidato dalle lobby correrà dietro alla finanza avremo sempre la certezza comune di vivere nel mondo delle fiabe, dove acquistare un tremila a benzina non ha conseguenze collettive e nulla è dovuto alla Terra.
Quindi, le politiche ambientali si potranno mai attuare attraverso le politiche ambientali?

Andrea Tagliaferri
Resp. Ambiente GD E-R

Comments

comments

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi