Per lei #ioprometto di provare a cambiare il mondo

iopromettoAl giorno d’oggi il maschilismo è ancora ben radicato nella mentalità degli italiani ed inspiegabilmente anche nella mentalità delle italiane; casi, solo per citare l’ultimo in ordine di tempo, come quello avvenuto in un paesino della Calabria ai danni di una povera adolescente, sono sciaguratamente ancora molto frequenti.
La donna è spesso oggetto di frequenti umiliazioni – dalla violenza fisica a quella psicologica, dallo stupro alle dimissioni in bianco – che sono purtroppo la ovvia conseguenza di semplicistici stereotipi che si sono consolidati nella società.
Noi giovani che ci leghiamo e ci appassioniamo alla politica sappiamo bene che è solo attraverso essa che possiamo cambiare il mondo, ed è grazie alla politica che possiamo e dobbiamo trovare le risposte adeguate per fronteggiare questa piaga, perché sì, la violenza sulle donne è una piaga.
Continue reading

#ioprometto

iopromettoDopo l’ennesimo caso di violenza su una ragazzina in Calabria abbiamo deciso di esprimere la nostra indignazione tramite i seguenti articoli e vorremmo lanciare una campagna di sensibilizzazione non solo contro gli strupri ma sopratutto contro i costrutti di una società maschilista e sessista che tratta i casi di violenza di un uomo su una donna con leggerezza, usando scuse per degradare la ragazza e farla passare per colpevole invece che per la vittima quale è. Vi invitiamo a condividere questo articolo e a scriverne di vostri, esprimendo le vostre opinioni, utilizzando l’hashtag #ioprometto che vuole simboleggiare l’impegno che tutti dovremmo mettere nel costruire un domani migliore per noi e per i nostri figli, maschi e femmine.

 

“Se l’è cercata” – Matilde Castagnoli

In queste situazioni c’è sempre qualcuno che lo dice, vero? Poche parole che mi fanno imbestialire. “Se l’è cercata”. Se questi benpensanti si fermassero a riflettere anche solo un attimo, comprenderebbero l’immensità della cazzata che stanno affermando con tanta leggerezza. Perché chi mai andrebbe a cercare di proposito l’umiliazione, il dolore fisico e psicologico, il trauma, che derivano da una violenza sessuale? Però la nostra cultura è fatta così, ci è stato inculcato sin dalla nascita che la donna è nata per servire e riverire e che l’uomo può prendere quello che vuole senza chiedere il permesso.
Continue reading