Firmato il “Patto per l’Istruzione”

Ieri sera, nella cornice della Festa dell’Unità di Cesena, durante l’evento pubblico “Back to School”, si è tenuta la firma del Patto per l’Istruzione tra i Giovani Democratici e i rappresentanti delle istituzioni locali.

Hanno firmato il documento l’Assessora regionale all’Istruzione Paola Salomoni, la Consigliera provinciale con delega alla Scuola (nonché Sindaca di Mercato Saraceno) Monica Rossi, l’Assessora comunale all’Università Francesca Lucchi e la Segretaria comunale del PD Maria Laura Moretti.

Il dibattito e la firma del Patto per l’Istruzione è stato un proficuo momento di discussione e confronto utile per portare all’attenzione delle istituzioni le istanze delle studentesse e degli studenti del territorio. 

Continue reading

Congresso GD: i risultati a Cesena

Bandiere Giovani Democratici

Nella giornata di ieri si sono svolte anche a Cesena le votazioni per eleggere il nuovo Segretario Nazionale dei Giovani Democratici.

La partecipazione è stata molto alta, hanno votato il 71% degli aventi diritto di voto tra le iscritte e gli iscritti. La mozione “La scuola della disobbedienza” di Caterina Cerroni ha ottenuto il 55% dei voti, mentre la mozione “Qualcosa che serva” di Raffaele Marras il 45%.

La sera, durante l’Assemblea di Federazione, la discussione congressuale si è concentrata poi sulla necessità di un rinnovato e coraggioso impegno politico dei Giovani Democratici. Dopo anni di difficoltà vissuti da tutti i progressisti riteniamo necessario riorganizzare una giovanile autonoma, nella quale riunire le ragazze e i ragazzi e farli crescere, sviluppare idee, con le quali spesso pungolare il Partito. Mettendo al centro dell’azione politica i temi dell’istruzione, del lavoro, dell’ambiente, dei diritti e dell’Europa.

Verso il III Congresso Nazionale dei Giovani Democratici

Congresso Giovani Democratici Cesena

Dopo la pausa imposta dall’emergenza sanitaria riparte il III Congresso Nazionale dei Giovani Democratici.

Anche a Cesena le iscritte e gli iscritti si riuniranno nella giornata di giovedì 6 agosto per eleggere il nuovo Segretario Nazionale che succederà a Mattia Zunino.

Si potrà votare presso la Sede del PD di Cesena in Viale Bovio 48 al mattino dalle 8:00 fino alle 12:30 e al pomeriggio dalle 14:30 fino alle 17:30.

Le operazioni di voto proseguiranno anche la sera dalle 20:30 fino alle 22:00 in concomitanza con l’Assemblea di Federazione; quest’ultima è aperta al pubblico e chiunque sia interessato a conoscere meglio le attività e le battaglie dei Giovani Democratici è il benvenuto.

Continue reading

Libia: cambiamo rotta!

Come Giovani Democratici di Cesena esprimiamo il nostro convinto dissenso al via libera dato dal Parlamento, con i voti anche del Partito Democratico, al rinnovo dei finanziamenti alla Guardia Costiera Libica.

Qualche anno fa avremmo potuto fare finta di non sapere. Oggi no. Oggi sappiamo che finanziare la Guardia Costiera Libica significa finanziare il traffico di esseri umani, gli stupri, le torture e gli omicidi.

Riteniamo vergognoso che il nostro Partito, in Parlamento, abbia cambiato idea, sconfessando il parere assunto a maggioranza durante l’ultima Assemblea Nazionale.

Questo voto equivale ad un tradimento. Un tradimento nei confronti dei militanti e dei valori sui quali si fonda il PD. Riteniamo quindi sia necessario un radicale cambio di marcia. Continuiamo a chiedere l’abolizione dei Decreti Sicurezza e della Legge Bossi-Fini.

Con coraggio diciamo NO!

Con coraggio diciamo NO!

Tra poco più di un mese le cittadine e i cittadini di tutta Italia si dovranno recare alle urne per il Referendum Costituzionale sul taglio dei parlamentari del 29 marzo prossimo.

I media nazionali sembrano aver completamente rimosso questa importante tornata elettorale. Per aiutare a rompere questo muro di indifferenza, almeno localmente, abbiamo deciso di uscire allo scoperto e di assumere pubblicamente una posizione, chiara e netta: per noi è NO!

Con coraggio diciamo NO perché la riforma, scritta senza essere integrata in alcun progetto costituzionale complessivo e a fronte di un irrisorio metà caffè risparmiato all’anno per cittadino, porterà non solo alla diminuzione dell’efficienza del Parlamento – meno contatto fra eletti ed elettori, più potere ai capi di partito – ma soprattutto porterà ad una inferiore rappresentanza territoriale laddove, invece, è importante far sentire anche la voce dei centri meno popolosi. Purtroppo la riforma andrà a colpire soprattutto le regioni medio-piccole. Dunque, anche la nostra Romagna si troverà ad avere meno rappresentanti in Parlamento.

Quindi, nelle prossime settimane, porteremo avanti con convinzione la campagna per il NO. Chiunque desideri approfondire il tema o darci una mano può scrivere al nostro indirizzo e-mail gdcesena@gmail.com, rimaniamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

Capitale italiana del Libro: un’opportunità per Cesena

Biblioteca Malatestiana Cesena
Biblioteca Malatestiana, Cesena

Il 2019 è stato l’anno italiano della Capitale Europea della Cultura. Per Matera non si è trattato di un mero traguardo raggiunto, bensì è stato il punto d’inizio di una rinascita culturale a beneficio non solo della città lucana ma anche di tutto il territorio circostante.

Per questo plaudiamo con piacere alla proposta del Sindaco Enzo Lattuca e dell’Amministrazione Comunale di mettersi subito al lavoro per far concorrere la nostra città al titolo di Capitale Italiana del Libro. Iniziativa, nata grazie all’approvazione della “Legge per la promozione del Libro e della Lettura”, che porterà sicuramente dei benefici alla vita culturale della nostra città.

Cesena ha tutte le carte in regola per organizzare un programma ambizioso e realizzabile, capace di rendere protagonisti i cittadini, le istituzioni, le associazioni e le imprese del nostro territorio.

Continue reading

Un sit-in per Zaky

Photo by Antonio Masiello/Getty Images

È stato arrestato all’aeroporto del Cairo Patrick George ZAKY, attivista e ricercatore egiziano di 27 anni, partito da Bologna, dove frequenta un master in Studi di genere presso l’Alma Mater Studiorum, per trascorrere un breve periodo di vacanza nella sua città natale, Mansoura.

Atterrato al Cairo è stato preso in custodia dalla polizia egiziana e al ragazzo non sarebbe stata data la possibilità di contattare né i famigliari né un avvocato.
Zaky è stato arrestato per un ordine di cattura del 2019, di cui lui però non era a conoscenza. Ignoti anche i capi d’accusa.
Lo studente è stato manager della campagna presidenziale di Khaled Ali, uno degli oppositori del presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi e collaborava con l’associazione Egyptian Initiative for Personal Rights (Eipr) impegnata nel campo dei diritti umani e che in questi anni si è battuta anche per chiedere verità sulla morte del ricercatore italiano Giulio Regeni, ucciso al Cairo nel 2016.

Continue reading

Cesena sia sempre di più a misura di studente

Nel pomeriggio di giovedì 6 febbraio una delegazione dei Giovani Democratici di Cesena ha incontrato il Sindaco Enzo Lattuca per discutere e fare il punto della situazione sulle esigenze riguardanti le studentesse e gli studenti cesenati.
È stata un’importante occasione di scambio di idee e di proposte per intraprendere azioni volte a migliorare la vita delle giovani e dei giovani in città.
Una città che desideriamo possa essere sempre di più a misura di studente, capace di attrarre anche da fuori talenti in grado di fare crescere culturalmente ed economicamente il nostro territorio.
Una città che mette al centro la tutela e la diffusione dei saperi è anche una città capace di rimanere al passo coi tempi.

Discorso per il VI Congresso dei Giovani Democratici di Cesena

“La cultura è l’unica arma di riscatto” di Davide Cerullo.

Perché siamo qui questa sera? Perché tutti noi condividiamo una passione, ed è quella per la politica. La mia iniziò tanti anni fa. Era il gennaio del 2011. Al Governo c’era Berlusconi e l’allora Segretario del Partito Democratico era Pierluigi Bersani. A ripensare quegli anni sembra trascorsa un’intera era geologica. Le cose in Italia non andavano benissimo, eravamo in piena crisi economica e di lì a qualche mese avremo conosciuto le politiche di austerità di Mario Monti.

Mio padre decise che era arrivato il momento di lanciare un segnale e così si iscrisse al PD. E proprio come si faceva una volta, per consegnargli la tessera, a casa nostra venne un energico vecchietto: Fiorello, molti di voi sicuramente lo conosceranno. Questo fu il mio primo “incontro” con la politica e ne rimasi incuriosito. Anch’io volevo dare il mio contributo, lanciare il mio segnale e così decisi di iscrivermi a mia volta.

Continue reading

Mauro Johnathan Manzo nuovo Segretario dei GD di Cesena

La sera di lunedì 16 dicembre 2019 presso la Sala Conferenze della Sede del PD di Cesena si è tenuto il VI Congresso della Federazione dei Giovani Democratici di Cesena. È stato eletto il nuovo segretario: Mauro Johnathan Manzo, 25 anni, studente.

«I Giovani Democratici devono ripartire dalla parola “Comunità”. L’era che stiamo attraversando, quella della globalizzazione e della cultura digitale, ci sta ponendo davanti a noi nuove e più complesse sfide. Per questo abbiamo e avremo sempre più bisogno di creare una comunità in cui poterci identificare, dove nessuno venga escluso. Dobbiamo creare una comunità dove non sentirci più soli ma parte attiva di un progetto comune. Hanno provato a convincerci che le ideologie non esistono più, alimentando in tal modo la distanza tra i cittadini e le istituzioni. Hanno detto che l’unica legge che governa l’uomo è l’affermazione esclusiva del proprio ego. Rendendolo sempre più affamato. Rendendolo non più un essere umano ma un consumatore sfrenato con la perenne ossessione del presente. Il nostro ruolo è quello di costruire un’altra idea di società. Una società più colta, più giusta, più verde, dove ci siano opportunità e diritti e doveri per tutti. Una società con un’identità finalmente ritrovata, dove tutti possano sentirsi al sicuro.» Queste le prime parole del neo segretario.

Continue reading

Documento Congressuale dei Giovani Democratici di Cesena 2019

INTRODUZIONE

Sono trascorsi undici anni da quando furono fondati i Giovani Democratici. Oggi, nonostante gli acciacchi, sono la più numerosa ed attiva organizzazione giovanile politica d’Italia, tra le prime in Europa.

In questi anni, nel nostro Paese, sono emerse numerose emergenze e diseguaglianze: di natura sociale, economica, ambientale, culturale e tante altre. Il mondo è diventato sempre più piccolo in un lasso di tempo troppo breve. Non siamo riusciti a farci trovare pronti per dare le adeguate risposte alle domande di cambiamento. Tutta la Sinistra in Italia, con a capo il Partito Democratico, non è riuscita a vincere questa sfida così complessa e articolata.

Abbiamo permesso che al nostro posto trionfassero le logiche delle risposte facili. Nella società, purtroppo, sta prevalendo con maggiore insistenza la volontà del tutto e subito, ma ciò non paga mai nulla.

Noi Giovani Democratici crediamo in un’idea diversa di società: più colta, più giusta, più verde, dove ci siano opportunità e diritti e doveri per tutti. Una società con un’identità finalmente ritrovata, dove tutti possano essere liberi di esprimere se stessi e di sentirsi al sicuro.

Per questi motivi noi Giovani Democratici non siamo il Partito Democratico del futuro. Siamo già quello del presente. Perché è assieme al Partito Democratico che, con spirito critico, vogliamo combattere queste battaglie.

Continue reading