Aule Studio diffuse: «Apriamo i quartieri alle studentesse e agli studenti»

Nell’ambito dell’iniziativa “CON.TE.STO”, promossa il 9 marzo dall’Amministrazione Comunale di Cesena, all’interno del progetto “Rete Bibliotecaria Cittadina”, due rappresentanti dei Giovani Democratici di Cesena, hanno proposto di usare gli spazi delle già esistenti delle biblioteche di quartiere, come aule studio.


Con l’obiettivo di garantire alle studentesse e agli studenti cesenati la possibilità di poter studiare in luoghi più vicini ed accessibili alle loro abitazioni o scuole. L’iniziativa è rivolta, in modo particolare, ma non esclusivamente, alle studentesse e agli studenti delle scuole superiori.

Continue reading

Un anno dal lockdown nazionale: come stiamo?

È passato un anno dal primo lockdown di tutto il Paese, evento che ha mutato la nostra vita in maniera significativa.

L’Italia è stato il primo paese occidentale e democratico costretto a far fronte all’emergenza causata dal CoVid-19. Al di là delle considerazioni sulle singole decisioni prese, il Governo ha affrontato la Pandemia con coraggio e fermezza.

Per la prima volta dal dopoguerra l’Italia ha ritrovato un senso di collettività e solidarietà. Il costo che abbiamo pagato come singoli e come comunità è stato enorme. Sia in termini di vite umane che in termini economici e di salute psicologica.

La perdita delle proprie certezze ha messo ognuno di noi in uno stato di liquida insicurezza che ha minato la capacità di progettare il nostro futuro.

Continue reading

GD Emilia-Romagna, prima organizzazione politica in Italia a sostenere il PAESC

Palazzo Berlaymont a Bruxelles, sede della Commissione Europea. Fonte: foto Wikipedia.

Annunciamo ufficialmente di essere diventati sostenitori del Patto dei Sindaci per il Clima e l’Energia (PAESC) come prima organizzazione politica in Italia ed in Europa.

Dopo quasi un anno di lavoro abbiamo ottenuto l’appoggio e il riconoscimento da parte della Commissione Europea per poter portare avanti questa importante battaglia per la lotta alla crisi climatica.

Essere sostenitori significa avere la capacità di promuovere il Patto dei Sindaci, di mobilitare e sostenere i nostri militanti e le amministrazioni locali per raggiungere gli obiettivi del PAESC.In questo anno, come federazione GD regionale, ci siamo posti l’obiettivo di studiare come portare il PAESC al 100% in Emilia-Romagna agendo politicamente con tutti i contatti a nostra disposizione.

Continue reading

100 anni dalla fondazione della FGCI: una lezione di organizzazione e di lotta

Il 29 gennaio del 1921 la Federazione Giovanile Socialista Italiana cambia il nome in Federazione Giovanile Comunista Italiana. Dopo la scissione di Livorno, i giovani comunisti italiani iniziano un percorso politico e organizzativo volto alla creazione di un movimento generazionale alla ricerca di un’identità all’interno della grande famiglia del Partito Comunista d’Italia.

La storia della FGCI è permeata, fin dalle sue origini, dalla ricerca costante di una autonomia e di una ragione di esistenza all’interno e all’esterno del Partito. Una ricerca che ha portato, per coloro che ebbero il coraggio di perseguirla, anche la morte.

Continue reading

Idee in Comune – Scuola di Formazione

Sono aperte le iscrizioni alla Scuola di Formazione “Idee in Comune”. L’appuntamento nasce con l’intento di far avvicinare i giovani alla politica, spiegando in modo chiaro e semplice cosa fa il Comune e qual è il ruolo dei Quartieri.

La partecipazione è libera e gratuita, ed è aperta a tutti gli Under 30 del territorio cesenate. Per garantire le norme di sicurezza consigliamo la prenotazione.

La Scuola è suddivisa in tre incontri che si terranno il pomeriggio di sabato 17 ottobre, e le sere di mercoledì 21 ottobre e mercoledì 28 ottobre.

Leggi il programma e per qualsiasi chiarimento o curiosità non esitare a contattarci.

Continue reading

Firmato il “Patto per l’Istruzione”

Ieri sera, nella cornice della Festa dell’Unità di Cesena, durante l’evento pubblico “Back to School”, si è tenuta la firma del Patto per l’Istruzione tra i Giovani Democratici e i rappresentanti delle istituzioni locali.

Hanno firmato il documento l’Assessora regionale all’Istruzione Paola Salomoni, la Consigliera provinciale con delega alla Scuola (nonché Sindaca di Mercato Saraceno) Monica Rossi, l’Assessora comunale all’Università Francesca Lucchi e la Segretaria comunale del PD Maria Laura Moretti.

Il dibattito e la firma del Patto per l’Istruzione è stato un proficuo momento di discussione e confronto utile per portare all’attenzione delle istituzioni le istanze delle studentesse e degli studenti del territorio. 

Continue reading

Congresso GD: i risultati a Cesena

Bandiere Giovani Democratici

Nella giornata di ieri si sono svolte anche a Cesena le votazioni per eleggere il nuovo Segretario Nazionale dei Giovani Democratici.

La partecipazione è stata molto alta, hanno votato il 71% degli aventi diritto di voto tra le iscritte e gli iscritti. La mozione “La scuola della disobbedienza” di Caterina Cerroni ha ottenuto il 55% dei voti, mentre la mozione “Qualcosa che serva” di Raffaele Marras il 45%.

La sera, durante l’Assemblea di Federazione, la discussione congressuale si è concentrata poi sulla necessità di un rinnovato e coraggioso impegno politico dei Giovani Democratici. Dopo anni di difficoltà vissuti da tutti i progressisti riteniamo necessario riorganizzare una giovanile autonoma, nella quale riunire le ragazze e i ragazzi e farli crescere, sviluppare idee, con le quali spesso pungolare il Partito. Mettendo al centro dell’azione politica i temi dell’istruzione, del lavoro, dell’ambiente, dei diritti e dell’Europa.

Verso il III Congresso Nazionale dei Giovani Democratici

Congresso Giovani Democratici Cesena

Dopo la pausa imposta dall’emergenza sanitaria riparte il III Congresso Nazionale dei Giovani Democratici.

Anche a Cesena le iscritte e gli iscritti si riuniranno nella giornata di giovedì 6 agosto per eleggere il nuovo Segretario Nazionale che succederà a Mattia Zunino.

Si potrà votare presso la Sede del PD di Cesena in Viale Bovio 48 al mattino dalle 8:00 fino alle 12:30 e al pomeriggio dalle 14:30 fino alle 17:30.

Le operazioni di voto proseguiranno anche la sera dalle 20:30 fino alle 22:00 in concomitanza con l’Assemblea di Federazione; quest’ultima è aperta al pubblico e chiunque sia interessato a conoscere meglio le attività e le battaglie dei Giovani Democratici è il benvenuto.

Continue reading

Libia: cambiamo rotta!

Come Giovani Democratici di Cesena esprimiamo il nostro convinto dissenso al via libera dato dal Parlamento, con i voti anche del Partito Democratico, al rinnovo dei finanziamenti alla Guardia Costiera Libica.

Qualche anno fa avremmo potuto fare finta di non sapere. Oggi no. Oggi sappiamo che finanziare la Guardia Costiera Libica significa finanziare il traffico di esseri umani, gli stupri, le torture e gli omicidi.

Riteniamo vergognoso che il nostro Partito, in Parlamento, abbia cambiato idea, sconfessando il parere assunto a maggioranza durante l’ultima Assemblea Nazionale.

Questo voto equivale ad un tradimento. Un tradimento nei confronti dei militanti e dei valori sui quali si fonda il PD. Riteniamo quindi sia necessario un radicale cambio di marcia. Continuiamo a chiedere l’abolizione dei Decreti Sicurezza e della Legge Bossi-Fini.

Con coraggio diciamo NO!

Con coraggio diciamo NO!

Tra poco più di un mese le cittadine e i cittadini di tutta Italia si dovranno recare alle urne per il Referendum Costituzionale sul taglio dei parlamentari del 29 marzo prossimo.

I media nazionali sembrano aver completamente rimosso questa importante tornata elettorale. Per aiutare a rompere questo muro di indifferenza, almeno localmente, abbiamo deciso di uscire allo scoperto e di assumere pubblicamente una posizione, chiara e netta: per noi è NO!

Con coraggio diciamo NO perché la riforma, scritta senza essere integrata in alcun progetto costituzionale complessivo e a fronte di un irrisorio metà caffè risparmiato all’anno per cittadino, porterà non solo alla diminuzione dell’efficienza del Parlamento – meno contatto fra eletti ed elettori, più potere ai capi di partito – ma soprattutto porterà ad una inferiore rappresentanza territoriale laddove, invece, è importante far sentire anche la voce dei centri meno popolosi. Purtroppo la riforma andrà a colpire soprattutto le regioni medio-piccole. Dunque, anche la nostra Romagna si troverà ad avere meno rappresentanti in Parlamento.

Quindi, nelle prossime settimane, porteremo avanti con convinzione la campagna per il NO. Chiunque desideri approfondire il tema o darci una mano può scrivere al nostro indirizzo e-mail gdcesena@gmail.com, rimaniamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.